Questo sito utilizza i cookie per una migliore navigabilità e per fornire i servizi abilitati nel portale. Per maggiori informazioni sulla nostra cookie policy clicca qui

Copyright 2020 - Custom text here

Il Future Food Institute partecipa al Convegno nazionale del DISBA CNR: ricerca per un mondo a #FameZero, nuove soluzioni scientifiche e tecnologiche in campo agroalimentare

COMUNICATO STAMPA

Il Future Food Institute partecipa al Convegno nazionale del DISBA CNR: ricerca per un mondo a #FameZero, nuove soluzioni scientifiche e tecnologiche in campo agroalimentare

Futuro delle proteine, sostenibilità scalabile ed economia circolare, agro-innovation nelle smart cities, food care e il futuro dei food services: questi i quattro filoni intorno a cui il Future Food Institute incontrerà la comunità scientifica internazionale a Bari il 6 e 7 dicembre

Milano, 6 dicembre 2018 – Il Future Food Institute parteciperà all’annuale conferenza organizzata dal Dipartimento di Scienze Bio-Agroalimentari del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-DiSBA) che quest’anno si sviluppa attorno al tema #FameZero, promosso dalla FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2018. Obiettivo dell’incontro è ribadire che la ricerca ha, tra gli obiettivi primari, quello di trovare nuove soluzioni volte a supportare Agenda 2030 e a raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo sostenibile, tra i quali “Sconfiggere la Fame”.

Il 6 dicembre nel pomeriggio si discuterà del contributo che il DISBA CNR ha fornito alle 4 ricerche dell’Istituto bolognese, in materia di Futuro delle proteine, sostenibilità scalabile ed economia circolare, agro-innovation nelle smart cities, food care e il futuro dei food services.

Inoltre il 18 dicembre, nell’ambito del Graduation Day del Food Innovation Program (il Master di II livello dell’Istituto, realizzato con UNIMORE e l’Istitute for the Future), il Future Food Institute presenterà le quattro pubblicazioni sui quattro temi emersi da una ricerca empirica e sperimentale svolta durante il più grande giro del Mondo sulla Food Innovation: la Food Innovation Global Mission che l’Istituto ha realizzato dal 12 maggio al 12 luglio 2018 in 12 città internazionali di 10 diversi Paesi, con una delegazione dei frequentanti il Master composta da 15 esperti provenienti da 10 diversi Paesi.

La Global Mission ha permesso di osservare decine di casi concreti di successo sul tema, di intervistarne i food heroes e di raccogliere dati di grande rilevanza, scientifica ed imprenditoriale, anche dal punto di vista ambientale e della lotta alla fame nel mondo, tema centrale dell’evento del CNR. La sistematizzazione accademica di tale mole di lavoro, è stata realizzata in collaborazione con 4 scienziati del DISBA CNR, coordinati dal Prof. Roberto Reali, responsabile dell’accordo triennale dell’Ente con l’Istituto, sottoscritto dal Prof. Francesco Loreto.

Sara Roversi, fondatrice del Future Food Institute, ha commentato: Si è da poco conclusa la celebrazione del 95esimo anno del Consiglio Nazionale delle Ricerche alla presenza delle più alte cariche istituzionali italiane, nell’ambito della quale è stata inaugurata anche la mostra “'Aquae: il futuro è nell’oceano”, dedicata all’ambiente marino, all’utilizzo e alla conservazione delle sue risorse per uno sviluppo sostenibile.

Essere accanto ad uno degli Enti più prestigiosi sulla scienza mondiale e per altro appunto così attento alla sostenibilità e alla ricerca di nuove soluzioni scientifiche e tecnologiche nel campo agroalimentare per un mondo a #FameZero, è per il Future Food Institute non solo un onore, ma anche un concreto segnale che l'ecosistema mondiale della Food Innovation sta agendo con responsabilità. Il Future Food Institute in particolare ha sempre avuto un approccio olistico su questa materia così complessa, collaborando con il mondo accademico e della ricerca tale da garantire autorevolezza scientifica dei nostri contenuti, ma anche capacità di rendere tali contenuti strategici per il business e fondamentali per educare le nuove generazioni a studiare ed agire per un Pianeta migliore.”

Matteo Vignoli, Direttore del Food Innovation Program, ha dichiarato: “il Food Innovation Program è un Master caratterizzato da contenuti innovativi, ma anche da un impianto, un'offerta formativa ed una metodologia di apprendimento e trasferimento della conoscenza non convenzionali. La contaminazione con uno degli Enti di ricerca più storici, autorevoli e prestigiosi d'Italia, ci permette quindi da una parte di validare alcune sperimentazioni e risultati di ricerca e dall'altra di garantire all'intero ecosistema del Future Food Institute un output ancora piú completo”.

Francesco Loreto, Direttore DiSBA, “il Dipartimento di Scienze Bio-Agroalimentari del Consiglio Nazionale delle Ricerche ha accettato subito con grande entusiasmo di collaborare attivamente con il Future Food Institute. La food innovation rappresenta infatti uno strumento chiave per il settore scientifico, per affrontare le grandi sfide del futuro e raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, tra i quali “Sconfiggere la Fame”, tema che verrà esaminato approfonditamente durante la conferenza annuale Disba 2018. Per tali motivi il Dipartimento ha messo a disposizione alcune delle eccellenze scientifiche DiSBA nell’ambito del settore Food, per supportare la realizzazione del progetto di formazione innovativo del FFI, che ha portato giovani ricercatori a conoscere le nuove frontiere dell’innovazione nei maggiori centri di ricerca mondiale”

Nonostante l’impegno, tuttavia, i dati sono ancora allarmanti: secondo il rapporto della FAO “Lo stato della sicurezza alimentare e della nutrizione del mondo 2018”, infatti, oggi oltre 820 milioni di persone soffrono ancora di denutrizione cronica. I dati sono ancora più disarmanti se pensiamo che, di contro, 672 milioni di persone soffrono di obesità e oltre 1,3 miliardi sono in sovrappeso.

Il primo giorno la conferenza sarà aperta dalla relazione del Direttore del DiSBA alla quale seguirà la prima sessione speciale su un approfondimento proposto dai ricercatori DiSBA sul tema della conferenza. La giornata si concluderà con l’intervento del Future Food Institute con cui il Dipartimento ha sottoscritto nel 2018 un accordo triennale di “knowledge partnership”.

Il secondo giorno, la lettura plenaria del Prof. Vincenzo Fogliano (Wageningen University) riguarderà le relazioni tra nutrizione e salute, e sarà seguita da un dibattito tra esperti sul tema affrontato; verranno presentati poi i risultati dei progetti vincitori del Premio DiSBA 2017 per il finanziamento di ricerche di eccellenza nel settore Bio-Agroalimentare. La giornata si chiuderà con la seconda sessione speciale DiSBA e con la premiazione e gli interventi dei ricercatori che hanno brillantemente pubblicato nell’ultimo anno contributi scientifici di altissimo valore.

Future Food Institute

Fondato nel 2014 a Bologna è oggi un intero ecosistema che fa della food innovation uno strumento chiave per affrontare le grandi sfide del futuro, parlando al mondo, ma valorizzando il territorio partendo dalla Italia. Un ecosistema composto da un’anima education: il Future Food Institute, Trust no-profit che grazie alle preziose partnership globali, ha dato vita al master internazionale Food Innovation Program giunto alla sua terza edizione, la Food Innovation Global Mission, Summer School, una Young Talent Academy, laboratori per scuole primarie e percorsi per Executive.

Una vera e propria piattaforma di positiva contaminazione e costante ispirazione che ha dato vita nel 2015 a Future Food Accelerator, startup innovativa nata per affiancare le imprese del settore agroalimentare e le istituzioni in percorsi di open innovation e alimentare la community dei giovani imprenditori o scienziati con idee “disruptive”.

Un gruppo di imprese e luoghi dell’innovazione che oggi comprende:

  • Future Farm (Ravenna), una vera e propria azienda agricola di 70 ettari che diventa un playground per startup AgTech;
  • Future Food Urban Coolab (Bologna), spazio di nutrimento per il corpo e per la mente, nato per accogliere tutti i giorni centinaia di studenti e progettato con gli studenti, laboratorio permanente e operativo sulla FOOD INNOVATION nel cuore della città Bologna, capace di offrire un cibo della tradizione, cibo sano, e un servizio alla comunità, stimolando il pensiero critico e la partecipazione di tutti
  • Officucina (Reggio Emilia) Laboratori e sede del Master Food Innovation Program;
  • Future Food USA (San Francisco) sede americana del gruppo.
  • Future Food Lab (Madrid, Spagna), sede spagnola del gruppo.
  • Future Food Cina (Shanghai), sede cinese del gruppo.

www.futurefood.network

Sessione speciale "Esperienza del Future Food Institute"

Contatti stampa

Eos Comunica – Ufficio stampa Future Food Institute

Paolo Monti, Paola Lavezzoli, Elisa Tarrini

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 0289041304; cell. 3929239455

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo